LE RECENSIONI SNACK DEL NON ANGOLO -YUPPIE PSYCHO: EXECUTIVE EDITION (SWITCH)

Input pro:

  • Concept e storia molto, molto brillanti
  • Lunghezza idonea per un prezzo giusto, finali interessanti!
  • Personaggi interessanti ed azzeccati

Input prot:

  • Potrebbe non piacere la grafica stile 16 bit
    (a me è molto piaciuta)
  • Non semplice ma nemmeno impossibile

Commento finale:
Yuppie Psycho è un avventura grafica con elementi action, la nuova uscita di Baroque Decay su Switch dopo il già interessante (e molto) The Count Lucanor. E stavolta riescono ad andare oltre l’interessante per creare un grande gioco, per tanti validi motivi.
Prima di tutto abbiamo una critica del mondo aziendale/capitalistico molto ben fatta, una rappresentazione di certo eccessiva e paradossale ma in cui si vedono chiaramente tanti degli aspetti negativi ed alienanti delle multinazionali, sfruttamento, spersonalizzazione, mancanza di etica, senso di inutilità che chi ha lavorato in certe aziende o ne è stato a contatto ben conosce, e questa rappresentazione è un qualcosa che regala al gioco originalità e una profondità sorprendenti. In tutto questo si innesta uno stile grafico 16-bit (Amiga style) che migliora quanto visto in Count Lucanor con ancora più qualità nella caratterizzazione dei personaggi, mantenendo anche altre caratteristiche già viste nel precedente titolo, aspetti che avvicinano il gioco alle avventure punta e clicca di Sierra e Lucasart.
La storia è ricca di angoli e sorprese, di puzzle ben disegnati e con un buon livello di originaliltà, di fasi action impegnative senza essere frustranti, anche qui approfondendo e raffinando i punti forti del titolo precedente. Sempre gradevoli le scene di intermezzo e quelle finali stile anime, bella anche la possibilità di finire il gioco in modi molto
diversi e con percorsi che divergono in alcuni punti chiave.
I comandi del gioco restano semplici, si tratta di spostare il personaggio (che puó correre premendo un tasto) ed interagire con gli oggetti ed i personaggi.
La lunghezza del gioco è attorno alle 8 ore, con la possibilità di rigiocarlo per cercare altri finali, ore intense e godibili.
Complessivamente il gioco è molto riuscito, davvero bello, consigliabile a chi apprezza il genere ed anche ai curiosi, ricco di sfaccettature ed arguzia, ulteriore prova positiva di uno sviluppatore da cui mi aspetto altri ottimi titoli indie, uno sviluppatore che va supportato e seguito per il potenziale ed i risultati sinora ottenuti.

Giudizio finale:
SI

Lascia un commento